Archivio per la bestia

5 anni fa, due vite in mezzo

Questo l’ho scritto quasi 6 anni fa, in mezzo ci sono 2 vite in più e la mia che sembra riaffiorata, eppure ancora mi ci ritrovo in queste parole, è davvero difficile uscirne, ci sto provando, o almeno credo e spero, ma ancora ci sono dentro. E’ un buco nero.

“E’ così facile fingere di stare bene. Dire le parole giuste, quelle che sai che agli altri fanno piacere, perchè dimostrano che stai bene, che è tutto passato, che è tutto finito. E’ facile dire queste parole, sono solo parole, le sensazioni possono essere nascoste, restare lì, a divorare il tempo, tanto sembra che sei attivo, sembra che stai progettando, sembra che stai facendo, e invece la bestia non è morta, è lì, ha divorato qualche anno, ha lasciato da parte qualche settimana, per poter tornare e divorare ancora un po’ di anni. E intanto fingere è facile, sì ora sto bene, ora sono tornata ad occuparmi di me, ora ho dei progetti. L’unico desiderio e l’unico progetto è ancora quello di dormire, la bestia non dorme mai e continua a divorarmi.”