Archivio per anarchia

Il lettone

Giada non ha mai dormito nel lettone, si è abituata da subito e molto volentieri a dormire nella sua culla prima, nel suo lettino dopo e nel suo letto poi.

Ma da poco dopo il trasloco (un anno fa) le incursioni notturne si sono fatte sempre più frequenti, ogni scusa è buona, epistassi, sete, pipì, o anche niente, tra le 3 e le 5 è ormai certo che arriverà, a volte con tutto il suo zoo, a volte da sola.

Due le eccezioni: la settimana prima di Natale, al mattino si è svegliata convinta fosse Natale e convinta che avrebbe trovato i regali, ha avuto la sorpresa che mancavano ancora 7 giorni a Natale, il suo dispiacere più grande è stato lo sforzo inutile di essere rimasta nel suo letto tutta la notte. La settimana dopo, tra il 24 e il 25 ha dormito nel suo letto, a dimostrazione che è questione di volontà (le avevamo detto che Babbo Natale non sarebbe passato se non la trovava nel suo letto).

Poi basta, il miracolo non si è ripetuto nemmeno per la befana.

Il problema grosso è la precisa volontà di dormire nel nostro letto, volontà espressa chiaramente e in tutti i modi.

Stasera, al momento di preparare il nostro letto ha detto: “Lo faccio io, così se lo faccio è il mio letto!”

Annunci

Anarchica! Inequivocabilmente anarchica…

Giada andando all’asilo: “La maestra la sceglio io!

Mamma: “Si dice scelgo”

Giada: “Sì, va bene! La maestra la sceglio io lo stesso!”

E una volta all’asilo si è infilata nella classe di Gaia rinunciando al ciuccio e offrendo nuovamente una manifestazione di disobbedienza civile, mettendosi a disegnare e a fare cose nella classe di sua sorella senza minimamente pensare di andare nella propria.

La mamma ha saggiamente deciso di non intromettersi nelle questioni scolastiche, quando le piccole sono a scuola la competenza di far rispettare le regole spetta alla scuola, ha salutato e se n’è andata a cuor leggero.

…anche perchè con questa piccola guerrigliera mi aspettano battaglie ben più dure e devo tenere da parte tutte le forze.