Di sprawl e non ci sono più le mezze stagioni

La scuola è iniziata ufficialmente lunedì, ma già lunedì pomeriggio era impossibile trovare un grembiule nero con colletto bianco taglia 6 anni (sarebbe stato meglio 5 data l’altezza di Gaia).
Alla domanda “Ma ne arriveranno altri?”, la risposta era un divertito “Ma signora! La stagione è ormai finita, i grembiuli per la scuola li teniamo da agosto a inizio settembre”.
Forse sono già in Svezia e non lo sapevo (in Svezia la scuola inizia ad agosto).
Quindi bisogna fare incetta di grembiuli in agosto, perchè casomai andassero a fuoco per combustione spontanea durante l’anno scolastico, nove mesi in cui i bimbi vanno anche in giardino a giocare con il grembiule, corrono, cadono, si prendono,…
Fanno i bambini, insomma, ecco, se facendo i bambini un grembiule andasse irremidiabilmente strappato scaterebbe un dramma, perchè grembiuli in vendita durante la mezza stagione, che per assurdo coincide con l’anno scolastico, non se ne troverebbero in nessun centro commerciale.
E arriviamo allo sprawl, allo scempio della periferia diffusa, l’area metropolitana senza confini, dove i nuovi punti di riferimento, i nuovi “centri” sparpagliati per ogni dove, sono per l’appunto i centri commerciali.
Abbiamo girato 4 centri commerciali in 2 giorni e non so quanti chilometri in macchina, in pieno delirio scuola che inizia quaderni da comprare (prossimo post) e finalmente li abbiamo incredibilmente trovati, e avevamo pure la scelta, di solito trovavamo un solo modello taglia 11 anni, ieri sera, quando ormai stavo perdendo ogni speranza e già immaginavo la frase da scrivere sul diario come giustificazione per la maestra, abbiamo trovato un gruppetto di grembiuli neri con colletto bianco taglia 6 anni con il disegnino sulla tasca o sul petto, ovviamente in fucsia e rosa e argento (roba che sarei innorridita e avrei chiesto quello con spiederman).
Gaia ha scelto quello con la scritta SuperGirl (perchè bisogna convicersi da piccole, che l’autostima è una cosa difficile da conquistare) e uno con cuori e corona (perchè principessa è per sempre), il costo era anche ragionevole, perchè fino ad allora avevo notato che quelli per maschietti a giacchina con zip costavano sempre 7/8 euro meno di quelli lunghi da bimba con i bottoni, ancora non mi capacito di queste differenze e ancora, come mi era già capitato quando cercavo delle magliettine bianche normali girocollo, non capisco perchè le cose per bimba devono essere meno pratiche e comodo e economiche delle stesse cose per bimbo.
La strada per la parità è lunga, avere figlie femmine è più costoso anche nelle banalità.

No comments yet»

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: