Ho quasi due anni

Si dice che la vita cominci a quarant’anni, penso sia abbastanza vero, io, forse, ho iniziato a prendere coscienza quando è nata Gaia, coscienza rafforzata con la nascita di Giada.
E ora mi ritrovo a poco meno di quarantadueanni con un corpo nuovo con cui prendere confidenza che mi ha portato a nuovi interessi.
Sarà che non devo più essere sulla barricata, non devo più mostrare la mia femminilità a tutti i costi, ho due figlie femminissime che parlano per me, e nemmeno ho più bisogno di mostrare il mio lato maschile, quello che mi ha fatto amare i jeans e i coltelli e detestare tutto ciò che era un po’ vezzoso.
Da poco ho il vezzo delle unghie smaltate (colori forti e scuri come il blu e il viola), io che non mi sono mai truccata, che avrò messo lo smalto sì e no un paio di volte nella mia vita e rigorosamente color rosa chiaro carne che se non lo mettevo era uguale, ora mi è frullata questa cosa delle unghie smaltate di blu scuro, alle bimbe piace.
Gli piace un po’ meno la mia scelta di taglio di capelli, da un mesetto li ho tagliati decisamente corti, quando le piccole hanno visto il loro papà usare il rasoio sulla mia testa hanno messo i loro broncini migliori e hanno iniziato a fare di no con le dita, ma poi si sono rassegnate e si divertono a passare la mano sui capelli quasi rasati della mamma e aspettano con impazienza che li colori (anche qui saranno colori poco usuali), a dire il vero il mio grigio non mi dispiace più di tanto.
Questo taglio mi piace, mi fa sentire più me, sarà che mi ricorda le mie prime volte dal parrucchiere da piccola, quando li volevo “corti alla maschietto”, li chiedevo proprio così. E ora mi rivedo, mi ritrovo, anche se ci sono le rughe, anche se i capelli sono grigi e non più biondi, ma sono io e mi piaccio così.
Sono ancora un po’ sovrappeso, 5 chiletti secondo le tabelle del BMI, 13 rispetto al fisichino della foto che avevo postato prima di quest’avventura, però mi sento bene, la taglia italiana è ormai una 48/50, la taglia europea fa più scena 44/46, e io mi sento bene con il mio corpo, come credo non mi sia mai accuduto.
Quando avevo il “fisichino” avevo i complessi dell’adolescenza, poi ho messo i miei bravi chili di troppo e non c’ero più io, semplicememte sommersa sotto la mia ciccia.
Ora sono tornata e le paturnie dell’adolescenza se ne sono andate, il discorso sulla femminilità da mascherare o mostrare non mi interessa proprio, finalmente faccio quello che mi pare, fregandomene anche dei miei limiti mentali ed è per questo che ora con le piccolette mi metto a ballare ed è per questo che a settembre inizierò un corso di ballo, io che ho sempre odiato il ballo perchè troppo “da femmina”, e poi perchè non volevo sembrare un “orso che balla”.
Ora voglio ballare, sembra divertente, ho visto donne della mia età che hanno frequentato corsi alla scuola di ballo delle piccolette e che si sono esibite per il saggio di fine corso e sembrava davvero divertente.
E ora voglio divertirmi anch’io.

1 commento»

  M di Ms wrote @

Complimenti! E’ bello essere soddisfatte di se stesse.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: