Intervallo pubblicitario – problema capelli lunghi, anzi lunghessimi

Non amo la pubblicità e non amo far pubblicità, anche se, quando ero piccola, volevo fare grafica proprio perchè affascinata dal mondo pubblicitario.
Premessa
Io ho sempre avuto i capelli corti, alla maschietto.
Le mie piccolette hanno i capelli lunghi, da sempre, o meglio, da quando gli sono cresciuti, soprattutto Gaia che è nata con la chierica come il suo papà.
Gaia ha capelli lisci ma ribelli, nel senso che si annodano facilmente.
Giada ha capelli lisci refrattari ai nodi, ma che lei nutre regolarmente ad ogni pasto che fa anche se ha la coda e quindi sono sempre impiastricciati.
Fatti
Lavare i capelli a Gaia è sempre stata una tortura per entrambe, devo dire che ha sviluppato una notevole pazienza allo districamento (non sempre), però guai a dire “li tagliamo”, al massimo è concessa la spuntatina per far riprendere vita alle punte.
Da sempre sono quindi alla ricerca di uno shampo che lavi bene e al contempo districhi le matasse.
Ne avevo trovato uno a marchio Sma con l’improbabile nome di Krik e Krok (o simile), che più che uno shampo per bambini sembrava uno shampo per animali, per foma e colori del flacone (giallo alla vaniglia e arancione al mandarino).
Mi aveva colpito la parola “districante” riportata bene in vista sul flacone e io ero proprio alla frutta con Gaia, l’ho comprato, provato e venerato come salvatore dei bagnetti.
Funziona benissimo e se ne usa pochissimo, quindi dura davvero molto e io ho due teste da lavare.
Poi ho iniziato a lavorare a Milano e non ho più lo Sma vicino, profonda disperazione appena terminato l’ultimo flacone di scorta.
E di nuovo la pubblicità, lo shampo di Rapunzel (Garnier) per i capelli magici, ma soprattutto “scioglie i nodi”, io e Gaia ci siamo accese a sentire questa frase e abbiamo deciso di provarlo.
Funziona, funziona a meraviglia come il Krik Kroc, e anche in questo caso ne basta poco.
Scusate la pubblicità, per di più gratuita (se Garnier e Sma vogliono ricompensare questo spot post con una fornitura annuale…), ma sono problemi terreni di chi ha due teste cappellute da lavare frequentemente.

Advertisements

2 commenti»

  E. wrote @

Ciao, Orma! Sono passata dal tuo blog perche’ mi interessava il tuo punto di vista di ”mamma italiana madre di bimbe” sugli ultimi eventi plitico-sociali che hanno investito il Paese… e per sapere se scenderai in piazza il 13, ma ho letto questo post sui capelli e non posso resistere dal dire la mia :-)
La mia bimba grande ha i capelli lunghi fino ai fianchi, fini, per di piu’ boccoluti (quindi tendenti ad aggrovigliarsi :-S) e dopo anni di esperimenti (e i consigli di una congrega on line di super-esperte :-)) sono approdata a questa soluzione: lavarli solo con balsamo che contiene tensioattivi in minor quantita’ rispettoa llo shampoo, quindi pulisce ma non aggredisce (soprattutto i capelli fini e delicati dei bimbi). Poi una volta asciutti 2 goccioline di olio di cocco ben distribuitre sulle punte.
I capelli restano puliti e splendidi anche per una settimana.

  MammaTuttoFare wrote @

anche io ho lo stesso problema con Donnina, che ama i capelli lunghi ma piagne ogni mattina quando la pettino….non parliamo di quando laviamo i capelli! Grazie per le info, uso sempre lo shampoo della Fissan, completo di balsamo. E’ talmente denso che lo diluisco con acqua e bicarbonato, quindi mi dura una vita!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: