Quello che mi preoccupa davvero di questo schifo di paese

Sono donna,  sono mamma di 2 bimbe.
Lavoro con uomini, anzi ragazzi, perchè a parte i responsabili, il più vecchio ha 28 anni.
Inutile discutere con loro di argomenti come le modelle di 7 anni travestite da Vogue Francia in oggetti sessuali, di questo capiscono solo che le bambine si ritroveranno un “gruzzolo” cospicuo quando saranno grandi e poi sono vestite, mica nude…
E il calendario di Toscani? Le modelle erano maggiorenni, quindi…
E il femminismo? Ma è come essere maschilisti! Io sono per il centro…
E le difficoltà delle donne per trovare lavoro? Ma non è vero, anzi le donne lo possono trovare lavoro più facilmente dei ragazzi, un sacco di locali cercano ragazze di bella presenza per fare le bariste e servire ai tavoli…
E poi è giusto non assumere donne che devono avere bambini, una ditta non può fare beneficenza…
E le lettere ai giornali sugli ultimi sviluppi del nano, indignate perchè a casa propria si può e deve fare ciò che si vuole, anche commettere un reato come pagare prostitute minorenni…

Mi ritrovo molto in questo articolo di oggi sul corriere, mi sembra davvero di voler vivere in un mondo parallelo, qui moralità sembra che faccia rima con imbeccillità, e sembra così antiquato parlare di femminismo e di rigore morale.

Ma sono davvero l’unica rimasta?

4 commenti»

  MammaTuttoFare wrote @

non sei l’unica, io sono considerata bigotta da alcune persone perchè ritengo che chi riveste un ruolo pubblico debba mantenere un comportamento che segua delle regole morali…….io sono molto preoccupata, MOLTO, per il futuro dei nostri figli!

  Salvuccio wrote @

No tranquilla non sei la sola rimasta!

  Paola wrote @

Non sei la sola rimasta, ma a certa gente conviene fartelo credere. Così, isolate le persone ancora capaci di un pensiero critico, certi nani non correranno mai il rischio di trovarsi una vera opposizione culturale contro cui combattere.

  Morgaine le Fée wrote @

Non sei l’unica rimasta.
Mi capita di frequntare un forum di mamme (italiane) dove anche lí ci si pongono queste domande.
E proprio ieri ho avuto uno scambio di mail con un’amica che vive vicino a Novara, e ha due bimbe. le sue preoccupazioni sono le tue.
Sono anche le mie, perché non sono solo le figlie femmine, ma anche e soprattutto i maschi a dover essere educati all’insegna del rispetto (certo che in svezia é piú semplice farlo, ma non si sa mai come sará la mentalitá tra 20 anni, pure qui).


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: