Verso l’infinito

L’unico limite è il tempo.

Le piccole G&G stanno contando, ormai già da un po’.
Si spingono, in entrambe le lingue, sempre oltre il 10, spesso oltre il 20 e anche dopo il 30 (questo in italiano).

Tutto questo mi ricorda quando ero piccola e quando il mio gioco preferito era contare, quando mi spingevo sempre un po’ più in là del mio limite.
Un giorno ero sul balcone, c’era il sole e ho scoperto che potevo contare fino all’infinito, l’unico limite era il tempo e forse la conoscenza dei nomi giusti per i numeri molto grandi. Quel giorno ho raggiunto la conoscenza dei numeri, mi sembrava di aver scardinato un segreto, e poi sono iniziate le domande sul sole, l’infinito, l’universo,… dio… non mi ricordo quanti anni avevo, ma mi ricordo ancora del calore del sole sulla faccia e la vertigine che l’infinito, l’universo e dio possono procurare quando sono scoperti così per caso, semplicemente contando fino a cento. E poi ho iniziato a voler sapere qualcosa in più delle stelle.

Peccato non aver avuto nessuno vicino ad accompagnarmi.
Annunci

2 commenti»

  Stefania wrote @

si , a volte lo penso anche io… Ora cerchiamo di dare ai nostri figli , per quanto possibile , tutti gli strumenti per poter approfondire le proprie intuizioni … libri , esperienze , musei , attenzioni… E a volte pensiamo che anche noi con una spintarella in più quella volta … avremmo aperto porte nuove… ma lavita è così e se siamo ciò che siamo è per le porte aperte e per le porte chiuse sulla strada … Orma , guarda che persona bella che sei diventata … magari se ti avessero assecondato un pò di più saresti diversa… !! Mentre sei perfetta così!! …ti abbraccio !!! Uffa , mi sa che non ci vedremo a dicembre… ma forse …Gennaio??

  Sybille wrote @

Si sente leggendo che é proprio un bel ricordo, che ti sta a cuore… Anche per me da bambina ci sono stati momenti simili dove improvvisamente ho “capito”, ho scoperta una cosa. Anzi ogni tanto capita ancora! Sí! Evviva!
(Peró l’ultima frase che hai scritto é triste… Davvero peccato anche perché credo che le persone che possono accompagnare un bambino in un momento cosí, sono dei privilegiati perché condividere un momento cosí é qualcosa di speciale)
Ciao


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: