Why do we celebrate Christmas?

Questa è la frase che Gaia deve imparare per la recita di Natale, e così appena letta sono rimasta un po’ stranita.
Già, perchè festeggiamo Natale?
Ad essere sinceri noi, inteso come coppia, abbiamo ripreso a festeggiarlo solo da 4 anni in qua, sì proprio solo per Gaia prima e Gaia e Giada poi. Prima non c’era più motivo, era crollato il pilastro principale che regge il Natale: la famiglia, in particolare, io non avevo più famiglia e piano piano mi stavo rendendo conto di non averne mai avuta realmente una. Eppure io ho sempre amato moltissimo il Natale per tutto quello che significa, casa, famiglia, tante persone insieme, i regali nel senso di donare, mi piaceva moltissimo cercare il regalo “giusto”, pensato per chi lo doveva ricevere, il giorno speciale in cui fare cose insieme e stare tutti insieme e anche, perchè no, scartare un mucchio di regali.

Ora celebro il Natale per le mie piccolette, voglio che loro conservino la speranza, quel sentimento che ci spinge a fare meglio, che ci fa anche saper aspettare, e che ci fa preparare al meglio nell’attesa, questo è quello che celebro io e quello che vorrei trasmettergli. E questo è quello che ritrovo ogni volta in “A Christmas Carol” di Dickens, la mia storia preferita, forse in assoluto, forse ancora più de “Il gabbiano Jonathan Livingstone”. Di questa storia sto raccogliendo tutte le versioni che trovo, il libro in lingua originale, ovviamente, quest’anno per la prima volta proverò a leggerlo in inglese, la versione tradotta e poi il film storico e le interpretazioni in cartone animato, la più bella per me quella interpretata dai Muppets, ora aspetto il nuovo film di Zemeckis (aspetterò il dvd, non credo che sia adatto a G&G, non per la storia ma per le immagini che pare siano abbastanza horror).

And you? Why do you celebrate Christmas?

Annunci

4 commenti»

  pontitibetani wrote @

natale è il ricordo dei miei natali passati, un momento che mi faceva stare bene, al di la di una fede che non ho, gli amici di famiglia, le palline di vetro colorate, bellissime e magiche da guardare all’infinito, qualcosa che non so nemmeno spiegare.
ho bisogno che ci sia il natale, come del freddo dell’inverno, preludio del caldo e della luce. sarà che è un periodo in cui tutto si riempie di luci e illumina un inverno peraltro grigio.
sarà che mi fa sentire casa ogni casa e meno girovaga di quel che sono stata. un periodo di sosta pigra.

natale è riappropriarmi del tempo di una famiglia stabile che rincorro da sempre e della speranza di riuscirci …
fortuna che le bimbe fanno che questo abbia senso anno dopo anno…

  ondainlove wrote @

… in ogni caso il Natale è sempre magico!

  ondainlove wrote @

certo che quando ci sono i bambini il Natale è tutto un’altra cosa!
un bacio.

  Morgaine le Fée wrote @

Noi a casa non siamo religiosi, peró a me il Natale piace tantissimo.
La mia spiegazione ha la seguente premessa: il Natale si innesta sulla celebrazione del riallungamento delle giornate dopo il solstizio d’inverno, e i cristiani ci hanno appioppato la nascita di Cristo il 25 dicembre proprio per via di questo simbolismo (questo ce lo aveva raccontato il prof di religione alle medie, che era un prete).
A me piace tantissimo accendere tutte queste luci, riunirsi tra persone care e circondarmi di cose belle e lucciccanti proprio ora che le giornate sono cosí scure, il freddo avanza ed é cosí facile sentirsi giú e stanchi. Ecco: il Natale per me é la vitamina D divenuta festivitá :)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: