E io resto a casa

Sottotitolo: The Negotiator

“Voglio portare il mio cucciolo piccolo” … “e anche il cavallo”

“Le conosci le regole, puoi portare un solo gioco all’asilo”

“E’ piccolo, lo metto nell’armadietto”

“La regola dice un solo gioco, se vuoi andare all’asilo puoi portare solo il cavallo” (perchè suggerire la risposta?)

“E io resto a casa!” (inizia il sit in e la relativa negoziazione)

“E chi ti cura?”

“Lui!” (il cavallo che tiene stretto a sè)

“E chi ti cambia il pannolino?”

“….” (primi segni di cedimento)

“E chi ti prepara la pappa?”

“Va bene…” (forse cede)

poi non ricordo bene cosa è successo, ma è tornata alla sua posizione di sit in, poi è uscito il papà e me l’ha passata dal davanzale (l’ingresso a casa è rialzato, non l’ha lanciata dal balcone…) e io l’ho messa in macchina, brontolante, ma almeno era in macchina, silenziosa poi ma in macchina.

…ovviamente le interpreti principali sono Giada nel ruolo del disobbediente civile e la mamma nel ruolo del negoziatore. Altri interpreti: il papà nel ruolo delle forze speciali e Gaia nel ruolo del pubblico guardone che assiste alla scena parteggiando ora per l’una ora per l’altra forza in gioco.

No comments yet»

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: